scrittura creativa

Creatività: cosa vuol dire per me

Posted: 10 Ottobre 2018 by AnnaVentrella

Ho aperto questo sito non pensando assolutamente di sviluppare il solito blog su come fare la copywriter, come diventare copywriter etc. Il mio intento è semplicemente mostrare, a chi vorrà leggermi, il modo in cui io mi confronto con le parole. Ecco perché qui, troverai sia articoli riguardanti la mia professione -sempre in veste di riflessioni e raramente consigli- sia pensieri, poesie e racconti.

Vuoi sapere come scrivo? Vuoi capire cosa intendo quando parlo di scrittura creativa, ecco qui un esempio.

La creatività: che cos’è per me

Una passione,

una spinta a voler fare di più,

il cuore che batte forte,

gli occhi che si illuminano,

i colori che si scambiano di posto,

le mani che vanno a tempo di musica,

i piedi che vanno a ritmo di samba.

La creatività è il cuore che vuole uscire dalla ragione,

il tempo che non vuole contare le ore,

il silenzio che vuole fare rumore.

La creatività è contraddizione, sperimentazione, rivisitazione … voglia di vivere.

Questo pensiero -lo chiamo così perché non ha le caratteristiche di una vera poesia- l’ho scritto io. Parte del mio lavoro è creare, stimolare la fantasia, rendere tangibile quello che attraverso le parole non si può sentire in prima persona.

Ecco perché ho ideato un progetto editoriale basato su racconti d’amore e racconti erotici. Io amo scrivere, è la forma di espressione più sincera ed onesta di me. Quando scrivo sono me stessa al 100% e chi mi conosce lo sa bene. La mia passione per la scrittura è iniziata quando avevo 8 anni.

Per raccontare un’emozione, una sensazione (positiva o negativa), ho sempre usato di più la parola scritta.

Quanto è importante la creatività nel lavoro che svolgo?

Per me, la creatività gioca un ruolo importantissimo. Le parole da sole sono soltanto parole, ma se unite insieme in modo poetico o quanto meno ispirato, diventano musica per gli occhi di chi legge.

Le parole sono potenti, hanno la capacità e la possibilità di cambiare completamente il senso di un discorso, possono aiutare a rendere più chiaro il senso di un concetto o addirittura a conferirgli un’ambiguità, talvolta affascinante.

Parlo sempre di gioco, quando mi riferisco alle parole. Prendi una frase ad esempio, e prova a cambiare la posizione delle parole. Vedi che all’inizio non ne uscirà una frase sensata, ma poi, ad un certo punto, il cervello ti porterà a pensare a qualcosa. Qualsiasi sia il ricordo, l’aneddoto o l’evento che ti è venuto in mente, ha per te un messaggio. Devi solo comporlo e farlo uscire fuori.

Credo, fortemente, nella capacità delle parole di portare con sé una magia. Basta solo saperla cogliere.

Spero che il mio “pensiero” sulla creatività ti sia piacuto.