Storytelling e seo per migliorare lo stile di scrittura e il posizionamento online

Posted: 11 Giugno 2020 by Luisella Curcio

Si possono coniugare stile di scrittura, tecniche di storytelling e regole per i motori di ricerca?

La risposta è sì. Scrivere per i motori di ricerca usando le regole seo senza rinunciare a qualità e stile è possibile.

Google fornisce sempre più risposte. Il knowledge graph di Google ( non a caso chiamato “grafo di conoscenza”), è sempre più in grado di fornire risposte a domande molto articolate. La direzione intrapresa è adottare la voice search e comprendere domande sempre molto più complesse. Che diventano vere e proprie query.

Questi cambiamenti danno ampio spazio allo sviluppo della tecnica dello storytelling nella stesura, attraverso semplici accorgimenti.

Se sei stanco dei contenuti scritti in ottica SEO senza stile, oppure dei contenuti di qualità di stile che non convertono, questo è l’articolo che fa per te.

L’articolo è scritto in collaborazione con Luisella Curcio consulente seo FraMoka&Digitale

Scrivere in ottica seo senza rinunciare allo stile

Ottimizzare un sito web per il motore di ricerca, permette maggiore libertà nella stesura del testo. 

È sempre più importante la complessità dell’argomento del business trattato. I motori di ricerca si evolvono: nasce la tecnica del topic cluster model.

Con la tecnica del topic cluster ( alla lettera cluster di argomenti) si esauriscono con la semantica, tutte le informazioni che ruotano intorno all’argomento.

La tecnica topic cluster è composta da pillar article ( dove si tratta in modo approfondita un tema ) e cluster article ( gli articoli di approfondimento). Pillar e cluster sono collegati dagli hyperlinks. Per saperne di più consulta l’articolo: tecnica dei topic cluster per contenuti a prova di Google 

Nella maggior parte dei casi, in agenzie web molto strutturate, il seo si occupa della pianificazione editoriale seo dei contenuti e fornisce al copywriter la struttura dell’articolo dopo aver fatto un’attenta analisi di keyword research e intenti di ricerca.

Le regole della scrittura seo e lo storytelling

Quali sono le procedure seo da adottare per permettere allo stile e alla trama narrativa di potersi liberamente esprimere?

La seo riguarda l’intero progetto web, non soltanto l’articolo o la pagina o il contenuto di riferimento. Tutto deve essere pensato seo e business oriented. 

Si parte dalla progettazione del brand con analisi a monte, dall’individuazione delle pagine più importanti e vitali per il business, da uno studio accurato della struttura di un sito web e dell’architettura delle informazioni.

Dopo aver curato questi passaggi con studio di parole chiave accurato e analisi degli intenti di ricerca, si procede alla stesura delle pagine, degli articoli e dei contenuti web.

Elementi di ottimizzazione di una pagina web

Maggiore libertà di stesura dell’articolo non significa assenza di regole di ottimizzazione per i motori ricerca.

I meta-dati, la meta-description, le url, i titles e i sottotitoli, mantengono l’uso delle regole seo per posizionarsi e ottenere maggiore visibilità, ma la stesura del corpo del testo all’interno dei sottotitoli può essere libera e adattarsi in modo logico e coerente a tutto il progetto web.

Gli elementi di ottimizzazione più importanti all’interno della pagina sono sempre validi, ti cito i più importanti:

  • I titoli h1, h2, h3
  • L’esaustività del contenuto in relazione ai tuoi competitors
  • Le immagini ottimizzate in dimensione, peso e alt text
  • Una buona struttura di link interni di approfondimento

Ecco cosa curare per avere maggiore libertà nella stesura dei contenuti: 

  • architettura del sito web
  • architettura delle informazioni
  • breadcrumbs e menù di navigazione
  • piano editoriale dei contenuti
  • autorevolezza del Brand

Architettura del sito web 

Progettare una corretta architettura del sito web e una ben strutturata architettura delle informazioni permette di lavorare sullo stile dei contenuti.

Individua gli argomenti principali del tuo sito, le categorie e sottocategorie di riferimento, curane posizionamento, gerarchia dei contenuti web e modalità di collegamento. Tutto questo servirà per far comprendere a Google di cosa parla il tuo sito web.

Breadcrumbs e menù di navigazione

Collegare le risorse tenendo ben presente strategie di internal linking e gerarchia del brand è di vitale importante.

Piano editoriale dei contenuti

Costruire un piano editoriale seo con pubblicazione dei contenuti che risponde alle declinazioni semantiche che ruotano intorno al tuo topic è importante. Per fare questo puoi studiare intenzioni di ricerca, people also ask e fare una corretta ricerca di parole chiave.

Autorevolezza del brand 

Lavorare sull’autorevolezza del brand migliora la notorietà del brand e l’acquisizione del traffico diretto. Questo influisce indirettamente sul posizionamento. Google dà importanza ai brand noti.

Dopo aver lavorato con costanza e dopo aver curato tutto nei minimi dettagli è il momento di dar via libera alla tecnica dello storytelling e ai suoi archetipi.

Presta attenzione ai titoli seo

Per poter scrivere un titolo SEO efficace puoi utilizzare diversi angoli di attacco o leve emotive. Questi sono principali e più utilizzati:

Beneficio

Desiderio

Testimonianza

Consiglio

Promessa/Soluzione/Risultato

Svantaggio/elemento spiacevole da evitare

Errori che puoi scongiurare

Ansie, paure e dubbi

Pericolo (consapevole o meno)

Tempo, urgenza (questo è borderline)

Abbina gli intenti di ricerca al titolo e ai sotto-titoli

Usa gli esempi come affermazione, negazione o domanda in base al contesto e mixali a tuo piacimento e a seconda dei tuoi obiettivi.

Adesso è finalmente arrivato il momento di scegliere il tuo archetipo e di dare libero sfogo alla tua fantasia sviluppando la tecnica di storytelling o di copywriting più adatta a te.

Abbina il titolo del tuo articolo ad un intento di ricerca, usa la stessa tecnica con i sottotitoli del tuo articolo web!

Hai trovato interessante questo articolo? Bene, allora continua a seguirmi sul mio blog.